No product at this time

Osservazioni, confronti e giudizi su un’immagine di Dinamolisi di Chamomilla TM sottoposta a trattamento Cleanergy e un campione di controllo.

Test eseguiti dal dr. F. Di Lorenzo il 23 novembre 2016.

Dinamolisi capillare metodo Kolisko

Tintura madre spagyrica  (SYS) della ditta Forza Vitale.

Il campione di tintura madre subito dopo l'acquisto è stato agitato per la presenza di eventuale residui e successivamente suddiviso in due flaconi identici di vetro ambrato con pipetta della capienza di 20 ml ciascuno. La composizione della soluzione idroalcolica dichiarata dal produttore è la seguente: acqua, alcool, Matricaria Chamomilla fiori 20%, miele. 

Tenore in alcool 47% in volume - numero lotto 3250215  - scadenza  02-2035.

I campioni così separati, sono stati conservati a temperatura ambiente nella stessa stanza. Uno dei campioni è stato esposto all'azione continuata per nove giorni dello strumento Midi Cleanergy modello MK 50.15 prodotto dalla Cress Srl. 

La dinamolisi è stata eseguita in data 23/11/2016 con una temperatura ambientale di 22 °C e di 78% di umidità relativa. La tintura madre è stata utilizzata tal quale, senza subire pertanto nessuna diluizione. È stata usata una soluzione di nitrato d'argento allo 0,5% e di ferro solfato all'1% per ognprova sono stati seguiti quattro campioni e le immagini scelte sono quelle rappresentative della serie.

Descrizione:

Fig. 1 – Dinamolisi Capillare di Chamomilla Tintura Madre sottoposta a trattamento Cleanergy per 9 giorni.

Le immagini si sviluppano verso l’alto in una sequenza di formazioni caratteristiche, conformate alla base in modo simile agli apici radicali delle piante. Si tratta quasi sempre di agglomerazioni di più “individui”, che evolvono in altezza con buona precisione a partire da una zona mediana ben differenziata rispetto al lato più basso della figura per risalire quasi al limite superiore della figura, limite che appare frastagliato, ripiegato, complesso.

Fig. 2 – Dinamolisi Capillare di Chamomilla Tintura Madre senza trattamenti – Controllo.

L’impostazione di queste altre immagini appare per molti aspetti simile a quelle di fig. 1: l’altezza dello sviluppo complessivo, la chiara separazione delle tre zone, la tipologia formazioni individuali il che testimonia che abbiamo a che fare con una sola sostanza di base (Chamomilla TM).

Le differenze sono di ordine sia quantitativo che qualitativo: in generale la fig. 1 risulta maggiormente intensa nella colorazione, meglio sviluppata nella parte alta, più complessa e meglio precisata sia alla base che nel limite in alto (cfr. i particolari in fig. 3 e 4) e, soprattutto, costruita a partire da “nuclei” assai più precisi, dotati di un deciso carattere che li distingue dalle altre specie che si possono osservare nelle dinamolisi di sostanze diverse (cfr. fig. 8, qui allegata per confronto). Il nucleo – o modulo caratteristico – è evidenziato nella fig. 7 e osservando e confrontando i due “ritagli” nelle immagini 6 e 7 si può rilevare con chiarezza la precisione, completezza e più intensa nitida espressione di quelli che formano la fig. 1.

In conclusione la prova di Dinamolisi Capillare testimonia una migliore espressione e più intensa attività delle forze vitali presenti nel preparato di Chamomilla sottoposto al trattamento Cleanergy rispetto al testimone.

Andalo V. 9 febbraio 2017

L’esaminatore: Maurizio Peruzzi

Associazione per la Cristallizzazione Sensibile